LA VOCE

“Una bella voce naturalmente attraente e sicura sa parlare agli altri con suoni  capaci di rendere la comunicazione concettualmente, emotivamente e formalmente, lo strumento che può perfezionare o perfino determinare i risultati e le aspettative della nostra vita professionale, sociale e affettiva.” 

Cosa fare:

-          Test  fono-acustico per definire il profilo vocale,
-          approcciare e risolvere problemi generati da una impostazione e/o un                   uso errato della voce,
-          ristabilire un equilibrio tra l’apparato fonatorio e apparato uditivo

Questo percorso è riservato a coloro che  riscontrando una cattiva resa della voce vogliono avvalersi ,  per motivi personali o professionali,  di un intervento che migliori il fonato e quindi la capacità di espressione, di dialogo, di tenuta nel tempo e della qualità del suono della voce.

§  Educazione vocale

L’esperienza  più che pluriennale nello studio e nell’uso della voce ha  ben evidenziato quali sono le insidie che colpiscono la fonazione e che spesso pregiudicano i risultati nella comunicazione e nella relazione interpersonale  sia per quanto riguarda la qualità e la gradevolezza del suono della voce sia per le sue capacità attrattive.

Gli incontri comprendono tecniche di:

- respirazione, presupposto fondamentale per manifestare progressivamente la propria voce e le sue caratteristiche.

- amplificazione della voce e delle sue caratteristiche evitando di sforzare le corde vocali.

- emissione del suono. Le corde vocali come ogni altro muscolo del nostro corpo ha bisogno di allenamento e di raffinarsi nel controllo del suono.

- uso dei risuonatori.  Risuonatori, formazioni muscolare facenti parte del apparato fonatorio. Anch’essi vanno allenati per  affinare e per-formare (ottimizzare la resa vocale) la vocalità in termini di potenza, espressività (fattori estetici ed emozionali) bellezza, profondità e spessore timbrico.

- accordo tra aspetti formali e aspetti emozionali attraverso voce, gestualità e comunicazione non verbale per poter utilizzare all’unisono vocalità e linguaggio del corpo e farli confluire in unico flusso relazionale .

- armonizzazione. Tener conto della propria fisiologia, quindi delle proprie caratteristiche vocali, assecondandole. Es. una voce in cui sono prevalenti i suoni gravi dovrà armonizzarsi tenendone conto.

§ Integrazione uditiva

Individuare e riconoscere l’importanza dell’ organo dell’udito e della sua interazione con la fonazione, oggi riconosciuto anche in campo scientifico e musicale, significa renderlo protagonista quando si “suona” un qualsivoglia strumento acustico. Tra questi assolutamente non ultimo la voce,  strumento che non ha pari per bellezza e capacità di espressione sia per quanto riguarda il linguaggio musicale  sia per quanto riguarda il linguaggio verbale. Per questo motivo ci si propone di integrare le lezioni di educazione della voce con un metodo che agisce sulla percezione uditiva.

Nei fatti il percorso prevede sessioni di ascolto di brani cantati e non, confezionati tenendo conto dei deficit evidenziati dal test fono-acustico che si effettua in via preliminare e che verrà periodicamente riproposto e  valutato.

Quindi quel che occorre è che la nostra capacità di sentire sia valida ed efficiente, tutto ciò  all’interno di un processo interattivo che vede impegnati all’unisono voce e udito; in breve per parlare bene bisogna ascoltare bene. (Mariastella Previtera)

 TEST FONO-ACUSTICO

Per informazioni e prenotazione:                                                                   tel.: 055 53 20 224 cell. 349 64 31 511340 72 14 960                             Lun / Mar / Mer / Gio Ore 09.3019.30                                                        o scrivere a :                                                               info@accademiaeuropeadellavoce.com

 

  • Facebook
  • Twitter